Dark

Light

Dark

Light

preloader
Dove ci trovi
Torre Civica, Piazza Matteotti Guastalla (RE)
Made in Lowland
Radici
Partecipa
radiciposterzine@gmail.com

Impronte di Giganti

E

ravamo bloccati nella foresta tropicale, io e due cacciatori di scimmie, in un’isola situata sulla linea dell’equatore, nell’oceano Atlantico. Il fiume iniziava a riempirsi velocemente, la pioggia ci colpiva sempre piu’ arrabbiata. Nessuna traccia della lumaca gigante della foresta nativa. Si prospettavano giorni difficili.  

Abbiamo trascorso un mese nella foresta a cercare questa specie che, come molte altre specie animali, rischiava l’estinzione. La notizia allarmante mi aveva raggiunto fino in Europa.

La popolazione locale mostrò subito grande interesse per le sorti della “loro” lumaca, vecchio ricordo d’infanzia. Grande come due palmi di mano accostati, veniva usata abitudinalmente come medicinale, ignorando che la sua esistenza nelle loro isole fosse unica a livello mondiale. Gli adulti ci chiedono spiegazioni. La luce di preoccupazione nei loro occhi contrasta i volti indifferenti dei bambini, che hanno dimenticato o forse mai saputo.

Spesso mi chiedo come ci sentiremmo se i grandi animali iconici della Terra iniziassero a scomparire, proprio ora. Oceani trasformati in aridi deserti, in cui balene e tursiopi restano memorie del passato. Fiabe per bambini dove ghiacci e orsi polari diventano protagonisti al posto di dinosauri. Ci chiederemmo chi é il responsabile di tutto ció? Agiremmo prima della loro scomparsa definitiva? 

E se scomparissero le piccole creature che popolano le nostre case o giardini?

Da bambina mi dissero che ogni essere vivente meritava rispetto perché condividiamo la stessa casa, la Terra. A scuola mi destabilizzava la passione con cui si difendevano cani e gatti e si disprezzavano ragni o lumache. Non capivo come non si cogliesse la bellezza celata nelle meravigliose e complesse ragnatele prodotte in un angolo della scuola o nella pacificitá della piccola lumaca che tornava ogni mattina sotto la pietra del rosmarino di casa. Questi miliardi di piccole componenti che formavano la vita, ai miei occhi, apparivano tutte importanti allo stesso modo. 

Crescendo come biologa, capii che i piccoli dettagli della Natura, gli invertebrati, che rappresentano il 97% di tutti gli animali esistenti sulla Terra, non sono solo parte della bellezza che ci circonda, ma svolgono funzioni essenziali nel mantenere l’equilibrio dei sistemi naturali di cui noi siamo parte. 

I bambini dell’isola stanno dimenticando la “loro” lumaca gigante, ormai rara. Chiediamo loro se vogliono imparare a diventare giganti, rispettando la natura proprio dalle sue componenti più piccole. 

Se l’azione di ognuno di noi è essenziale por la salvaguardia del nostro pianeta, dai piú grandi ai piccini, le dimensioni perdono importanza. 

Anche se vediamo gli effetti solo su scala più ampia, stiamo affrontando enormi perdite di quei pezzetti di Natura che sono le redini della grande rete di legami tra specie che ci mantiene in vita. 

Fra trent’anni circa due terzi della popolazione umana mondiale vivrá in città. 

Riusciremo a rispettare qualcosa che non vediamo, con cui non possiamo creare empatia o capire l’effetto negativo indiretto che stiamo avendo su di esso? 

Forse, se cominciassimo ad accorgerci della bellezza nei piccoli particolari della natura fin dall’infanzia, cresceremmo piú entusiasti nel rispettare e prenderci cura della nostra casa. 

E se sfidassimo i piccoli rappresentanti del nostro futuro, i bambini, a vedere questi dettagli?

E se imparassimo con loro ad osservare la natura con gli occhi di un Gigante?

A presto, 

Martina

Everyone likes cookies!